Dalla musica classica alle Soundtracks

Dalla musica classica alle Soundtracks

Nella storia della musica, la musica classica propriamente detta, anche periodo classicoepoca classica, è la musica composta fra il barocco e il romanticismo, ovvero nella seconda metà del Settecento, con appendice nella prima parte dell’Ottocento, fino agli anni immediatamente successivi al Congresso di Vienna.

Il polo del movimento classicista è in particolare Vienna (tanto che si parla di Classicismo viennese o Wiener Klassik), città dove operavano Franz Joseph HaydnWolfgang Amadeus Mozart, e Ludwig van Beethoven, i tre più grandi protagonisti della stagione classicista. (e chiaramente tanti altri)

Per quanto riguarda Wolfgang Amadeus Mozart è vissuto nel periodo (Salisburgo27 gennaio 1756 – Vienna5 dicembre 1791) un talento innato, da bambino dimostrò un talento per la musica tanto precoce quanto straordinario, un vero e proprio bambino prodigio: a 3 anni batteva i tasti del clavicembalo, a 4 suonava brevi pezzi e a già 5 componeva alcune composizioni come ad esempio un “Andante e Allegro” o come l'”Allegro” ed il “Minuetto” scritti tra l’11 ed il 16 dicembre 1761, composizioni oggi note col nome “Wolfgangerl Compositiones”. Esistono vari aneddoti riguardanti la sua memoria prodigiosa, la composizione di un concerto all’età di 5 anni, la sua gentilezza e sensibilità e la sua paura per il suono della tromba. Aveva inoltre la capacità di riconoscere l’altezza dei suoni (il cosiddetto orecchio assoluto).

 

E cosa faceva per vivere ? come raccontano nel film Amadeus (1984) inseguiva re e principi, signorotti, vescovi per farsi assegnare le commesse per lavorare, con esiti economici non sempre soddisfacenti, viaggiò in oltre in tutta Europa anche varie volte in Italia tra qui anche a Napoli, di seguito la mappa che mostra i principali luoghi visitati dalla famiglia Mozart durante il primo viaggio, dal dicembre 1769 al marzo 1771: la linea nera mostra il percorso di andata fino a Napoli; la linea verde indica invece le tappe del viaggio di ritorno.  La qualità e la quantità della musica prodotta a Napoli indusse il padre Leopold in una lettera al figlio del 23 febbraio del 1778 ad affermare :

Adesso la questione è solo: dove posso avere più speranza di emergere? forse in Italia, dove solo a Napoli ci sono sicuramente 300 Maestri […] o a Parigi, dove circa due o tre persone scrivono per il teatro e gli altri compositori si possono contare sulle punte delle dita?

Non era facile la vita per un compositore all’epoca, e non è facile neanche oggi.

Artisti e compositori prima di affermarsi hanno dovuto trovare una stabilità economica nel caso di quell’epoca tramite il patronato aristocratico e poi curare la vena artistica misurandosi tra successi e fallimenti.

Principe, ciò che siete, lo siete in occasione della nascita. Ciò che sono, lo sono per me. Principi ce n’è e ce ne saranno ancora migliaia. Di Beethoven ce n’è soltanto uno.

(Biglietto di Beethoven al principe Lichnowsky, ottobre 1806)

A questo punto cos’è la musica classica ai giorni nostri ? Come vive la musica classica oggi ?

Credo che l’unica reale risposta sia nelle soundtracks per i Flim, infatti Hollywood e le altre produzioni, come un patronato aristocratico, danno lavoro ed impegno agli odierni compositori, che hanno la possibilità di testare nuove tecniche e nuovi strumenti musicali elettronici e computerizzati.

Le Soundtracks oggi sono effimere a loro stesse, cioè create per il Film, vivono solo per esso e a giusto titolo sono viste come delle stelle comete…ma danno la possibilità di formare ed affermare i compositori ricreando alla fine quel meccanismo che ha dato vita alla musica classica stessa. Ma nei nostri accelerati tempi.

L’arte è arte, anche se effimera e fine a se stessa. Ed è giusto che vada riconosciuta e premiata, ed ora veniamo alla premiazione del Golden globe 2016 per la colonna sonora di The Hateful Eight composta dal Maestro Ennio Morricone ritirato dal regista Quentin Tarantino

Don’t mean movie composer that ghetto, I’m talking about Mozart, I’m talking about Beethoven, I’m talking about Schubert.
That’s who i’m talking about

Traduzione :

Non intendo un compositore di film di ghetto, io parlo di un Mozart, io parlo di un Beethoven, io parlo di un Schubert.
Ecco di chi sto parlando.

Su questo discorso di Tarantino in un’intervista Ennio Morricone dirà che Quentin : “ha esagerato…” ma grazie a questa esagerazione il Maestro proprio nel 2016 finalmente vincerà un premio Oscar per la colonna sonora di The Hateful Eight (nel 2007 aveva vinto un premio Oscar alla carriera un premio onorario)

Ma oggi come oggi che cosa deve comporre un Maestro affinché questa possa essere definita : Un’opera ?

Il Maestro Ennio Morricone dichiarò che le sue composizioni per lui sono tutte belle e meravigliose, perché c’ha messo tutto il suo impegno ed ispirazione…ma Mission (1986) non è stata ispirazione, Mission è stata di più, è stata un’illuminazione …qualcosa cioè che viene non dall’interno del proprio genio, ma da qualcosa o qualcuno ch’è più in alto, dall’esterno !
N.B. Ho preso Ennio Morricone come modello ma la filosofia è da ribaltare su tutti i compositori di Soundtracks esistenti oggi.

Che un giorno sia resa giustizia a tutti !

The Blue Max

The Blue Max (1966) La caduta delle aquile

ENG

The Blue Max is a 1966 British war film in DeLuxe Color and filmed in CinemaScope, about a German fighter pilot on the Western Front during World War I. It was directed by John Guillermin, stars George Peppard, James Mason and Ursula Andress, and features Karl Michael Vogler and Jeremy Kemp. The screenplay was written by David Pursall, Jack Seddon, and Gerald Hanley, based on the novel of the same name by Jack D. Hunter as adapted by Ben Barzman and Basilio Franchina.

In contrast to films that romanticize the Flying Aces of the Great War, the protagonist of The Blue Max is depicted as a man with no conscience, no empathy, and no feelings for anyone but himself. The film also explores the decline of chivalry and the advent of total war.

Music by Jerry Goldsmith

ITA

Prima guerra mondiale, fronte occidentale, Bruno Stachel è un giovane sergente dell’esercito tedesco che, non senza difficoltà, riesce ad entrare nella Luftstreitkräfte, l’aviazione militare tedesca, divenendo ufficiale. Il suo ambientamento nella squadriglia comandata dal colonnello Otto Heidemann è tuttavia difficoltoso ed il suo desiderio di salire la scala sociale è presto compreso dai camerati, tutti di nobile estrazione, che progressivamente iniziano ad irriderlo ed a voltargli le spalle.

La situazione degenera quando, dopo avere catturato un aereo britannico, a causa di un gesto improvviso del mitragliere che Bruno scambia per un tentativo di reazione, lo abbatte mentre sta atterrando nel campo tedesco. Questo provoca il disappunto di tutti gli astanti ed un’inchiesta da parte del comandante ma, grazie alla testimonianza di Willi von Klugermann, un nobile asso, nipote del generale von Klugermann, che aveva appena ricevuto la croce azzurra dopo avere conseguito la sua ventesima vittoria, viene scagionato.

La sua popolarità tuttavia cresce e la macchina della propaganda, esaltando le sue umili origini, ne fa un eroe popolare ma il suo desiderio di conseguire la decorazione provoca molte perdite tra i giovani piloti che hanno rimpiazzato i veterani caduti durante il conflitto, i quali ingenuamente lo seguono in ogni sua azione avventata, provocando il disappunto del comandante Heidemann, che inutilmente ne chiede il trasferimento, ed il suo arrivismo arriva al punto di umiliare la moglie del generale Klugermann, con la quale ha iniziato una relazione.

La reazione della donna è immediata e minaccia Bruno di rivelare quanto le ha confidato, ossia che le sue ultime due vittorie, quelle che gli hanno consentito di ricevere l’agognata decorazione Pour le Mérite, sono in realtà state conseguite da Willi ma il generale, impossibilitato a ritirare la decorazione appena assegnata, al fine di evitare il discredito e lo scandalo, non lo avverte del pericolo rappresentato dalla scarsa stabilità del nuovo monoplano, testato da Otto nel primo volo, che il giovane asso è chiamato a pilotare di fronte ad una folla venuta per festeggiarlo, chiudendo la vicenda con la sua morte.

11725008_2

video link : https://www.youtube.com/watch?v=vwmYTXHLYso

Complete Track List

  1. The Blue Max (Main Title) 0.00
  2. The New Arrival 2:18
  3. A Toast to Bruno 3:45
  4. First Blood 5:28
  5. First Victory 7:50
  6. The Captive 8:36
  7. The Victim 10:25*
  8. The Attack 14:44
  9. A Small Favor 19:33
  10. Love Theme 20:34
  11. The Rivals 21:55
  12. Finale to Part 1 22:25
  13. Prelude to Part 2 23:37
  14. Love Theme 25:22
  15. The Bridge 26:21
  16. Love Theme 29:40
  17. Retreat 31:18
  18. Stachel to Berlin 38:52
  19. Nothing Needed 41.20
  20. Kaetie Has a Plan 42:05
  21. Stachel’s Last Flight 45:33
  22. End Title 47:35

Source Music:
23. Pour Le Merite 50:16
24. Presentiar March 52:35
25. Student Song Medley 54:06
26. Artist’s Life 55:58
27. Gloria March 57:03
28. Deutschland Uber Alles 57:28
29. Watch on the Rhine 58:20

Complete soundtracks link : https://ok.ru/video/272871393918

Complete Movie in ENG 480p link : https://ok.ru/video/37558094420

Film completo in ITA 720p link : https://ok.ru/video/244529564322

The Hunt for Red October

The Hunt for Red October (1990) Caccia a Ottobre Rosso

ENG

The Hunt for Red October is a 1990 American espionage thriller film produced by Mace Neufeld, directed by John McTiernan, and starring Sean Connery, Alec Baldwin, Scott Glenn, James Earl Jones, and Sam Neill. The film is based on Tom Clancy‘s 1984 bestselling novel of the same name.

The story is set during the late Cold War era and involves a rogue Soviet naval captain who wishes to defect to the United States with his officers and the Soviet Navy’s newest and most advanced nuclear missile submarine. An American CIA analyst correctly deduces his motive and must prove his theory to the U.S. Navy before a violent confrontation between the Soviet and the American navies spirals out of control.

The film was a co-production between the motion picture studios Paramount Pictures, Mace Neufeld Productions, and Nina Saxon Film Design. Theatrically, it was commercially distributed by Paramount Pictures and by the Paramount Home Entertainment division for home media markets. Following its wide theatrical release, the film was nominated and won a number of accolades, including the Academy Award for Best Sound Editing in 1991. On June 12, 1990, the original soundtrack composed and orchestrated by Basil Poledouris was released by MCA Records.

The Hunt for Red October received mostly positive reviews from critics and was one of the top-grossing films of the year, generating $122 million in North America and more than $200 million worldwide in box office business. The film was the first in a series involving the fictional character Jack Ryan, played variously by Harrison Ford, Ben Affleck, and Chris Pine.

Music by Basil Poledouris

ITA

La vicenda è ambientata nel 1984 in piena Guerra Fredda, principalmente nell’Oceano Atlantico settentrionale.

Il comandante sovietico Marko Ramius, chiamato “Vilnius Nastavnik” (traduzione errata de “Il maestro di Vilnius“) in riferimento alle sue origini lituane e alle sue funzioni di addestratore dei comandanti dei sottomarini sovietici, è al comando di un nuovo tipo di unità navale sovietica, il sottomarino nucleare della classe Tifone Ottobre Rosso. Esso è dotato di un dispositivo di propulsione magnetoidrodinamica di nuova concezione, chiamato anche Caterpillar, che consente all’unità di muoversi silenziosamente, senza l’ausilio di eliche o altre parti in movimento.

L’Ottobre Rosso viene fatto salpare con lo scopo di verificare l’efficienza del nuovo metodo di propulsione. Tutto l’equipaggio è convinto di dover portare a termine tale obiettivo ma in realtà il Comandante Ramius insieme a un gruppo di ufficiali, è segretamente in rotta verso le coste degli Stati Uniti d’America, con lo scopo di disertare e consegnare il sottomarino nelle mani del nemico. Le motivazioni che lo spingono a tale gesto sono sia di natura politica, sia relative a una crisi personale in seguito alla morte della moglie.

I movimenti dell’unità sovietica vengono tenuti strettamente d’occhio dal governo statunitense che ha l’ovvio timore che il sottomarino si stia avvicinando alle coste americane allo scopo di sferrare un attacco nucleare contro la nazione. La commissione di sicurezza che si riunisce per valutare la situazione inizialmente pensa che la decisione provenga direttamente da Mosca, ma successive intercettazioni confermano che, prima di salpare, il Comandante Ramius aveva inviato una lettera all’ammiraglio Juri Padorin comunicando la propria intenzione di disertare. In seguito a questo fatto, l’intera flotta del Nord è salpata da Murmansk con l’ordine di scovare l’Ottobre Rosso e di affondarlo. L’Unione Sovietica vuole a tutti i costi evitare che i propri segreti tecnologici cadano in mani nemiche, ma questa motivazione non viene compresa dalla commissione di sicurezza americana, che invece ritiene che il comandate sia in preda alla follia e Mosca stia semplicemente tentando di evitare che il comandante possa lanciare i propri missili balistici contro la nazione.

All’interno della commissione americana, composta prevalentemente da alti ufficiali della marina, solamente un analista della CIA, Jack Ryan, ritiene che Ramius e il suo equipaggio vogliano in realtà disertare. Il governo degli Stati Uniti decide di inviare Ryan nel teatro delle operazioni, a bordo della portaerei Enterprise, dicendogli chiaramente che ha disposizione meno di due giorni per provare la realtà delle proprie ipotesi, prima che anche la flotta americana si impegni per la distruzione del sottomarino.

In accordo con il comandante della portaerei, Ryan sale a bordo del sottomarino americano classe Los AngelesUSS Dallas” e da qui, grazie all’esperienza dell’addetto sonar Ronald Jones e del comandante del sottomarino Bart Mancuso, riesce a stabilire un contatto con l’Ottobre Rosso e a guadagnarsi la fiducia di Ramius.

A questo punto viene simulato un’avaria al reattore nucleare all’interno dell’Ottobre Rosso in modo da convincere l’intero equipaggio, meno gli ufficiali più fidati, ad abbandonare il vascello per rifugiarsi sulle zattere di salvataggio. Il comandante dichiara ai propri marinai l’intenzione di immergersi nuovamente e affondare il sottomarino per non farlo cadere in mani nemiche, ma in realtà consente a Ryan, e ad altri ufficiali del Dallas di salire segretamente a bordo, chiedendo poi asilo politico per sé e per i propri ufficiali in cambio della consegna della nave.

Dopo una serie di attacchi sovietici, sventati grazie all’abilità tattica congiunta di Marko Ramius e di Bart Mancuso, e dell’intervento di Ryan che riesce a neutralizzare un cuoco dissidente (forse agente del KGB), intenzionato a far esplodere il sottomarino, la vicenda si concluderà negli Stati Uniti, alla foce di un fiume al riparo dallo sguardo dei satelliti spia sovietici.

L’equipaggio del sottomarino russo viene salvato dalle navi di soccorso americane e convinto dell’affondamento, in modo che i sovietici non possano sospettare che il loro segreto militare è stato trafugato.

Musiche Basil Poledouris

video link : https://www.youtube.com/watch?v=AWPBr4L1eyE

The Hunt For Red October – Complete Score

(0:00:00) 01. Polijarny Inlet
(0:00:39) 02. Hymn To Red October (Main Title)
(0:05:42) 03. Putin’s Demise
(0:06:40) 04. Gravin Dock #4 / Two Keys
(0:08:13) 05. Dallas’ Sonar
(0:09:25) 06. Course Two-Five-Zero / On Course
(0:10:23) 07. ‘Let Them Sing’ (Hymn) / US National Command Meeting
(0:11:35) 08. Three Days Only
(0:12:15) 09. The Chase Begins
(0:14:15) 10. ‘Buckaroo’
(0:14:34) 11. Jonesys’ Theory
(0:15:07) 12. Red Route I
(0:18:34) 13. Ancestral Aid
(0:20:37) 14. Plane Crash
(0:22:28) 15. Ryan Leaves To Dallas
(0:23:16) 16. Ryan Leaves To Dallas (Alternate Version)
(0:24:04) 17. Two Wives
(0:26:45) 18. Turbulence / Chopper
(0:30:51) 19. New Orders
(0:31:24) 20. Red Alert
(0:33:52) 21. A Chance
(0:36:03) 22. Nuclear Scam
(0:43:22) 23. ‘Americans!’
(0:46:35) 24. Konovalov’s Attack
(0:49:30) 25. ‘Torpedo Impact… Now!’
(0:50:06) 26. Torpedo, Bullets And The Cook / Kaboom!!!
(0:56:19) 27. The New World (Hymn) / End Title
(1:00:43) 28. Demo Theme #1
(1:01:19) 29. Demo Theme #2

video link : https://www.youtube.com/watch?v=ZSSKFRgE5vM

Complete movie ENG 720p link : https://ok.ru/video/95804918387

Film completo ITA 480p link : https://ok.ru/video/92792818256

R.I.P. Alexandrov Ensemble : https://en.wikipedia.org/wiki/Alexandrov_Ensemble
Risultati immagini per Alexandrov Ensemble

https://www.washingtonpost.com/world/no-survivors-found-after-russian-military-plane-with-92-on-board-crashes-en-route-to-syria/2016/12/25/d4bca3f0-ca7c-11e6-a22f-f4d703887285_story.html?tid=sm_tw&utm_term=.c9f2e819be82

The Night of the Generals

The Night of the Generals (1967) La Notte dei Generali

The murder of a prostitute in German-occupied Warsaw in 1942 causes Abwehr Major Grau (Omar Sharif) to start an investigation, as she was also a German agent. His evidence soon points to the killer being one of three German general officers: General von Seidlitz-Gabler (Charles Gray); General Kahlenberge (Donald Pleasence), his chief of staff; and General Tanz (Peter O’Toole). Grau’s investigation, however, is cut short by his summary transfer to Paris at the instigation of these officers.

The case in Warsaw remains closed until all three officers meet in Paris in July 1944. Paris is then a hotbed of intrigue, with senior Wehrmacht officers plotting to assassinate Adolf Hitler. Kahlenberge is deeply involved in the plot, while von Seidlitz-Gabler is aware of its existence but is sitting on the fence, awaiting the outcome. Tanz is unaware of the plot and remains totally loyal to the Führer.

On the night of 19 July 1944, Tanz orders his driver, Kurt Hartmann (Tom Courtenay), to procure a prostitute; Tanz butchers her so as to implicate Hartmann, but offers Hartmann the chance to desert, which he accepts. When Grau, who is now a Lieutenant Colonel, learns of the murder, committed in the same manner as the first, he resumes his investigation and concludes that Tanz is the killer. However, his timing is unfortunate, because the very next day, the assassination attempt against Hitler takes place. So when Grau accuses Tanz face to face, the general kills Grau and labels him as one of the plot conspirators to cover his tracks.

Many years after the war, the murder of a prostitute in Hamburg in 1965 draws the attention of Interpol Inspector Morand (Philippe Noiret), who owes a debt of gratitude to Grau for not revealing his connection to the French Resistance during the war. Almost certain there is a connection to Grau’s 1942 case, Morand reopens the cold case and the film begins to shift between the Europe of the 1960s and the Europe of the 1940s.

Years later, Morand begins to tie up the loose ends: he finds no criminal activity from Kahlenberge or Seidlitz-Gabler, but learns of one man who knew which man is the real killer. Morand confronts Tanz at a reunion dinner for Tanz’s former panzer division. When Morand produces Hartmann as his witness, Tanz goes into a vacant room and shoots himself.

Music by Maurice Jarre

 

Risultati immagini per The Night of the GeneralsRisultati immagini per The Night of the GeneralsRisultati immagini per The Night of the Generals

Risultati immagini per The Night of the Generals



//ok.ru/videoembed/34001259178