Dalla musica classica alle Soundtracks

Dalla musica classica alle Soundtracks

Nella storia della musica, la musica classica propriamente detta, anche periodo classicoepoca classica, è la musica composta fra il barocco e il romanticismo, ovvero nella seconda metà del Settecento, con appendice nella prima parte dell’Ottocento, fino agli anni immediatamente successivi al Congresso di Vienna.

Il polo del movimento classicista è in particolare Vienna (tanto che si parla di Classicismo viennese o Wiener Klassik), città dove operavano Franz Joseph HaydnWolfgang Amadeus Mozart, e Ludwig van Beethoven, i tre più grandi protagonisti della stagione classicista. (e chiaramente tanti altri)

Per quanto riguarda Wolfgang Amadeus Mozart è vissuto nel periodo (Salisburgo27 gennaio 1756 – Vienna5 dicembre 1791) un talento innato, da bambino dimostrò un talento per la musica tanto precoce quanto straordinario, un vero e proprio bambino prodigio: a 3 anni batteva i tasti del clavicembalo, a 4 suonava brevi pezzi e a già 5 componeva alcune composizioni come ad esempio un “Andante e Allegro” o come l'”Allegro” ed il “Minuetto” scritti tra l’11 ed il 16 dicembre 1761, composizioni oggi note col nome “Wolfgangerl Compositiones”. Esistono vari aneddoti riguardanti la sua memoria prodigiosa, la composizione di un concerto all’età di 5 anni, la sua gentilezza e sensibilità e la sua paura per il suono della tromba. Aveva inoltre la capacità di riconoscere l’altezza dei suoni (il cosiddetto orecchio assoluto).

 

E cosa faceva per vivere ? come raccontano nel film Amadeus (1984) inseguiva re e principi, signorotti, vescovi per farsi assegnare le commesse per lavorare, con esiti economici non sempre soddisfacenti, viaggiò in oltre in tutta Europa anche varie volte in Italia tra qui anche a Napoli, di seguito la mappa che mostra i principali luoghi visitati dalla famiglia Mozart durante il primo viaggio, dal dicembre 1769 al marzo 1771: la linea nera mostra il percorso di andata fino a Napoli; la linea verde indica invece le tappe del viaggio di ritorno.  La qualità e la quantità della musica prodotta a Napoli indusse il padre Leopold in una lettera al figlio del 23 febbraio del 1778 ad affermare :

Adesso la questione è solo: dove posso avere più speranza di emergere? forse in Italia, dove solo a Napoli ci sono sicuramente 300 Maestri […] o a Parigi, dove circa due o tre persone scrivono per il teatro e gli altri compositori si possono contare sulle punte delle dita?

Non era facile la vita per un compositore all’epoca, e non è facile neanche oggi.

Artisti e compositori prima di affermarsi hanno dovuto trovare una stabilità economica nel caso di quell’epoca tramite il patronato aristocratico e poi curare la vena artistica misurandosi tra successi e fallimenti.

Principe, ciò che siete, lo siete in occasione della nascita. Ciò che sono, lo sono per me. Principi ce n’è e ce ne saranno ancora migliaia. Di Beethoven ce n’è soltanto uno.

(Biglietto di Beethoven al principe Lichnowsky, ottobre 1806)

A questo punto cos’è la musica classica ai giorni nostri ? Come vive la musica classica oggi ?

Credo che l’unica reale risposta sia nelle soundtracks per i Flim, infatti Hollywood e le altre produzioni, come un patronato aristocratico, danno lavoro ed impegno agli odierni compositori, che hanno la possibilità di testare nuove tecniche e nuovi strumenti musicali elettronici e computerizzati.

Le Soundtracks oggi sono effimere a loro stesse, cioè create per il Film, vivono solo per esso e a giusto titolo sono viste come delle stelle comete…ma danno la possibilità di formare ed affermare i compositori ricreando alla fine quel meccanismo che ha dato vita alla musica classica stessa. Ma nei nostri accelerati tempi.

L’arte è arte, anche se effimera e fine a se stessa. Ed è giusto che vada riconosciuta e premiata, ed ora veniamo alla premiazione del Golden globe 2016 per la colonna sonora di The Hateful Eight composta dal Maestro Ennio Morricone ritirato dal regista Quentin Tarantino

Don’t mean movie composer that ghetto, I’m talking about Mozart, I’m talking about Beethoven, I’m talking about Schubert.
That’s who i’m talking about

Traduzione :

Non intendo un compositore di film di ghetto, io parlo di un Mozart, io parlo di un Beethoven, io parlo di un Schubert.
Ecco di chi sto parlando.

Su questo discorso di Tarantino in un’intervista Ennio Morricone dirà che Quentin : “ha esagerato…” ma grazie a questa esagerazione il Maestro proprio nel 2016 finalmente vincerà un premio Oscar per la colonna sonora di The Hateful Eight (nel 2007 aveva vinto un premio Oscar alla carriera un premio onorario)

Ma oggi come oggi che cosa deve comporre un Maestro affinché questa possa essere definita : Un’opera ?

Il Maestro Ennio Morricone dichiarò che le sue composizioni per lui sono tutte belle e meravigliose, perché c’ha messo tutto il suo impegno ed ispirazione…ma Mission (1986) non è stata ispirazione, Mission è stata di più, è stata un’illuminazione …qualcosa cioè che viene non dall’interno del proprio genio, ma da qualcosa o qualcuno ch’è più in alto, dall’esterno !
N.B. Ho preso Ennio Morricone come modello ma la filosofia è da ribaltare su tutti i compositori di Soundtracks esistenti oggi.

Che un giorno sia resa giustizia a tutti !

Il segreto del Sahara

Il segreto del Sahara (1988) The Secret of the Sahara

ITA

È il 1925. Desmond Jordan, archeologo statunitense, ritrova un manoscritto e parte per l’Africa alla ricerca della “Montagna Parlante”. L’esplorazione lo conduce nel bel mezzo del Sahara, dove si unisce ad alcuni disertori della Legione Straniera. Ryker, comandante del battaglione, intercetta il gruppo, uccide uno dei commilitoni e riporta gli altri all’accampamento.

Jordan, assetato dalla bramosia di svelare i misteri nascosti dal deserto, tenta la fuga insieme a Orso, uno dei ribelli, e si dirige verso la Montagna. Lo inseguono Ryker ed El Hallem, capo dei predoni del deserto, che nel frattempo sono venuti a conoscenza del motivo del viaggio di Jordan.

Jordan scopre il rifugio degli Uomini della Montagna, ma diventa cieco subito dopo. Gli inseguitori intanto lo raggiungono: Ryker e il suo plotone sterminano l’intera tribù, risparmiando la sola regina Anthea. Questa restituisce la vista all’archeologo che sconfigge poi Ryker grazie al decisivo intervento di un ravveduto El Hallem. Jordan potrà finalmente conoscere il segreto.

Musiche Ennio Morricone

ENG

1925: an American archeologist, Desmond Jordan moves to Africa, seeking the “Speaking Mountain”. This brings him into the middle of the Sahara desert, where he meets some deserters from the French Foreign Legion. Jordan escapes with Orso (Bear) from a siege by Ryker, a lieutenant of the battalion and moves towards the mountain. Ryker and El Hallem, head of local tribes, pursue Jordan, who has gone blind approaching the mountain. The lieutenant gives vent to his violence, murdering some locals and sparing only their queen, Anthea. Later she cures Jordan’s blindness and, together with El Hallem (redeemed), helps the archeologist to defeat Ryker. Eventually, Jordan helps Anthea and Orso discover the secret of the mountain, an alien power that arrived with their ancestors from the stars thousands of years before.

Music by Ennio Morricone

Secret Of The Sahara

Il_segreto_del_Sahara

34-Il-Segreto-del-Sahara

54967

sekret-saharyi

Sahara Dream (Ennio Morricone – Amy Stewart)
Video link : https://www.youtube.com/watch?v=i6dizBXj44g

Sahara Dream Lyrics :

Ooh to dream a dream or two.
Ooh and to believe in you.
Saharan winds to bring me wings to fly
so far away so far so high.
Saharan mystery
will charm the words
that mark the history
of wars and world
I’ll cross the night
and come to you.
You’ll take me to heights
beyond the blue,
the blue of a sweet Saharan dream.
Ooh so far across the dune
Ooh Saharan dream of you.

Complete Soundtrack video link : https://ok.ru/video/322531035774

Playtime: 1:19:59 Track List

01. Secret of the Sahara
02. Red Ghosts
03. Sholomon
04. The Mountain
05. Kerim
06. The Hawk
07. The Golden Door
08. The Myth and the Adventure
09. Anthea and the Desert
10. Farewell Orso
11. Death of Tamameth
12. Secret of the Sahara
13. First Dedication
14. Second Dedication
15. Miriam and Philip
16. Saharan Dream
17. Dance of the Snakes
18. Dance of the Chess Game
19. Meeting Orso
20. Tale from Poland
21. Tuareg
22. Secret of the Sahara

Reply Saharan Dream

Il Segreto del Sahara ITA (Serie Completa) link :
https://dailymotion.com/video/x3cu78n

The Mission

The Mission (1986) Mission

ENG

The film is set in the 1740s and involves Spanish Jesuit priest Father Gabriel (Jeremy Irons) who enters the northeastern Argentina and western Paraguayan jungle to build a mission station and convert a Guaraní community to Christianity. The Guaraní community is not initially receptive to Christianity or outsiders in general, shown by the opening scene where they tie a priest to a wooden cross and send him over the Iguazu Falls, a large waterfall they live above. Father Gabriel travels to the falls, climbs to the top, and plays his oboe. The Guaraní warriors, captivated by the music, allow him to live.

Mercenary and slaver Rodrigo Mendoza (Robert De Niro) makes his living kidnapping natives such as the Guarani community and selling them to nearby plantations, including the plantation of the Spanish Governor Don Cabeza (Chuck Low). After returning from another kidnapping trip Mendoza is told by his assumed fiancée, Carlotta (Cherie Lunghi), that she loves his younger half-brother Felipe (Aidan Quinn). Mendoza later finds them in bed together and in a fit of rage kills Felipe in a duel. Although he is acquitted of the killing by Cabeza, Mendoza spirals into depression. Father Gabriel visits and challenges Mendoza to undertake a suitable penance. Mendoza accompanies the Jesuits on their return journey, dragging a heavy bundle containing his armour and sword. After initially tense moments upon reaching the outskirts of the natives’ territory, though they recognize him, the natives embrace a tearful Mendoza and cut away his heavy bundle.

Father Gabriel’s mission is depicted as a place of sanctuary and education for the Guaraní. Moved by the Guaraní’s acceptance, Mendoza wishes to help at the mission and Father Gabriel gives him a Bible. In time, Mendoza takes vows and becomes a Jesuit under Father Gabriel and his colleague Father Fielding (Liam Neeson).

The Jesuit missions were safe because they were protected under Spanish law. The Treaty of Madrid (1750) reapportioned South American land the Jesuit missions were located on, transferring the area to the Portuguese who allowed slavery. The Portuguese colonials seek to enslave the natives, and as the independent Jesuit missions might impede this, Papal emissary Cardinal Altamirano (Ray McAnally), a former Jesuit priest himself, is sent from the Vatican to survey the missions and decide which, if any, should be allowed to remain.

Under pressure from both Cabeza and Portuguese Governor Don Hontar (Ronald Pickup), Cardinal Altamirano is forced to choose between two evils. If he rules in favour of the colonists, the indigenous peoples will become enslaved; if he rules in favour of the missions, the entire Jesuit Order may be condemned by the Portuguese and the European Catholic Church could fracture. Altamirano visits the missions and is amazed at their industry and success, both in converting the Indians and, in some cases, economically. At Father Gabriel’s mission of San Carlos he tries to explain the reasons behind closing the mission and instructs the Guaraní that they must leave because it is God’s will. The Guaraní question the validity of his claim, and argue God’s will was to settle and develop the mission. Father Gabriel and Mendoza, under threat of excommunication, state their intention to defend the mission alongside the Guaraní if the plantation owners and colonists attack. They are, however, divided on how to do this, and they debate how to respond to the impending military attack. Father Gabriel believes that violence is a direct crime against God. Mendoza, however, decides to break his vows to militarily defend the Mission. Against Father Gabriel’s wishes, he teaches the natives the European art of war and once more takes up his sword.

When a joint Portuguese and Spanish force attack, the mission is initially defended by Mendoza, Fielding and the Guaraní. They are no match for the military force and Mendoza is shot and fatally wounded after the soldiers destroy a trap, allowing them to enter the village. Fielding sacrifices himself by killing the Portuguese commander before he is killed. Upon seeing the Church at the mission village the soldiers become reluctant to fire. When the soldiers enter the mission village, they encounter the singing of Father Gabriel and the Guaraní women and children who march in the procession. Fr. Gabriel leads carrying a monstrance with the Blessed Sacrament. In spite of this, the Spanish commander orders the attack and Father Gabriel, the rest of the priests and most of the Guaraní, including women and children, are gunned down. After Fr. Gabriel is shot, a child picks up the Blessed Sacrament and leads the procession. Only a handful escape into the jungle.

In a final exchange between Cardinal Altamirano and Don Hontar, Hontar laments that what happened was unfortunate but inevitable because “we must work in the world; the world is thus.” Altamirano replies, “No, thus have we made the world. Thus have I made it.” Days later, a canoe of young children return to the scene of the Mission massacre and salvage a few belongings. They set off up the river, going deeper into the jungle, with the thought that the events will remain in their memories. A final title declares that many priests continue to fight for the rights of indigenous people. The text of John 1:5 is displayed: “The light shineth in the darkness, and the darkness hath not overcome it.”

Music by Ennio Morricone

The Mission soundtrack was written by Ennio Morricone. Beginning with a liturgical piece (On Earth as It Is in Heaven) which becomes the “Spanish” theme, it moves quickly to the “Guaraní” theme, which is written in a heavily native style and uses several indigenous instruments. Later, Morricone defines the “Mission” theme as a duet between the “Spanish” and “Guaraní” themes. Other themes throughout the movie include the “Penance”, “Conquest”, and “Ave Maria Guaraní” themes. In the latter, a large choir of indigenous people sing a haunting rendition of “Ave Maria” in their native language.

ITA

Sud America 1750, nella piccola foresta pluviale sopra le Cascate dell’Iguazú al confine tra ArgentinaBrasile e Paraguay. Padre Gabriel è il primo missionario gesuita che si arrampica sulle cascate e grazie alla musica del suo oboe riesce ad avvicinarsi amichevolmente alla tribù di Indios, ancora allo stato selvaggio. Essi in passato avevano già fatto martire un gesuita che aveva tentato di convertirli alla fede di Dio, e legato ad una croce venne gettato vivo nel fiume Iguazú per morire precipitando nelle cascate. Nel frattempo in Argentina, in una piccola cittadina nella provincia di Misiones, un cacciatore di schiavi spagnolo, Rodrigo Mendoza, uccide per gelosia in un duello pubblico suo fratello Felipe, dopo aver scoperto che questi aveva una relazione con Carlotta, donna amata da entrambi. Travolto dal rimorso, Mendoza decide di lasciarsi morire in cella, ma padre Gabriel, venuto a sapere dell’accaduto, lo convince a trasformare il suo rifiuto della vita in una penitenza con la quale possa espiare le proprie colpe facendolo salire sulle cascate segno del purgatorio poiché tutti quelli del purgatorio possono arrivare al paradiso. La penitenza si traduce in un faticoso trasporto di attrezzature sopra cascate e dirupi molto scoscesi, ultimatolo Rodrigo decide di mettersi al servizio dei missionari e degli indios scegliendo di prendere i voti per diventare anche lui un missionario gesuita. I missionari con il tempo hanno realizzato varie missioni tra gli indios costruendo un vero e proprio villaggio situato nel Rio Grande del Sud e offrendo protezione agli Indios ed evitando loro di essere ridotti in schiavitù a lavorare nelle piantagioni, ma proprio questa finalità allarma i rappresentanti dei coloni spagnoli e portoghesi che iniziano a vedere queste missioni come scomode e potenziali minacce per i loro affari economici. Dopo il Trattato di Madrid i coloni accolgono un inviato pontificio ovvero il cardinale Luis Altamirano che, nonostante riconosca la grande bontà delle missioni gesuite, ordina ai religiosi di abbandonarle per accogliere le richieste dei sovrani europei.

Messi a conoscenza di questa decisione, gli indios rifiutano di lasciare le terre di São Miguel das Missões e decidono di combattere per difenderle, guidati in primis dal redento padre Rodrigo, divenuto amico di un bambino del villaggio; quest’ultimo riuscirà a trovare in riva alle cascate la spada che apparteneva a Rodrigo, da lui stesso gettata in acqua insieme a tutte le sue armi come segno del suo cambiamento di vita. Tutti i gesuiti rimangono con gli indios che li hanno accolti e con i quali nel tempo si è stretto un forte legame di fratellanza: padre Gabriel rifiuta la violenza e celebra una messa nel villaggio con donne e bambini durante i combattimenti, mentre gli altri missionari come Fielding e Ralph scelgono di combattere accanto ai Guaranì con Rodrigo. Nello scontro sul fiume, Fielding sacrifica la propria vita per uccidere il capo dell’esercito nemico sulle cascate attirandovi il suo kayak e padre Ralph viene ucciso poco dopo da un colpo di mortaio. I guaranì, purtroppo, vengono tragicamente sconfitti: nella struggente scena finale della battaglia Mendoza si adopera per far saltare il solo ponte di collegamento del villaggio, ma si distrae per aiutare un bambino e nel frattempo i nemici disinnescano la trappola. Davanti alla sua impotenza i portoghesi ridono di lui (in occasioni precedenti, un identico comportamento aveva suscitato la sua reazione violenta), e immediatamente gli sparano. Ormai a terra, il suo ultimo sguardo è rivolto verso padre Gabriel in processione con in mano l’ostensorio, ed esala l’ultimo respiro quando anche il suo redentore, che avanzava apparentemente intoccabile in mezzo a spari ed esplosioni, viene colpito a morte. Il film si conclude con la distruzione del villaggio e la sconfitta dei coloni Guaranì rimasti, fatti diventare schiavi. Solo un gruppo di bambini della tribù riesce a salvarsi dal massacro e abbandona il villaggio ormai distrutto, deserto e ridotto in cenere. I giovani ritrovano un violino e qualche oggetto usato nella guerra e con questi fuggono con una canoa nella foresta.

Video link : https://www.youtube.com/watch?v=oag1Dfa1e_E

Video link : https://www.youtube.com/watch?v=lAoT2ktM2H0

Mission The Making of Roland Joffé’s

Video link : https://www.youtube.com/watch?v=oVvkdV3ytbc

Video link : https://ok.ru/video/292327459454

Mission2

https://ok.ru/video/292327459454

Track list :

  1. On Earth As It Is In Heaven – 3:50
  2. Falls – 1:55
  3. Gabriel’s Oboe – 2:14
  4. Ave Maria Guarani – 2:51
  5. Brothers – 1:32
  6. Carlotta – 1:21
  7. Vita Nostra – 1:54
  8. Climb – 1:37
  9. Remorse – 2:46
  10. Penance – 4:03
  11. The Mission – 2:49
  12. River – 1:59
  13. Gabriel’s Oboe – 2:40
  14. Te Deum Guarani – 0:48
  15. Refusal – 3:30
  16. Asuncion – 1:27
  17. Alone – 4:25
  18. Guarani – 3:56
  19. The Sword – 2:00
  20. Miserere – 1:00

>> Complete soundtrack link : https://ok.ru/video/292327459454

Complete Movie ITA 720p link : https://ok.ru/video/92862810704

Vergogna, schifosi!

Vergogna, schifosi! (1969) Shame, hideous!

ITA

Tre giovani milanesi Lea, Andrea e Vanni, nel cui passato di viziosi c’è l’omicidio accidentale di un certo Manfred – il cui corpo fu da essi abbandonato in un giardino pubblico – a sei anni di distanza dal fatto ricevono, da uno sconosciuto che si firma “Vergogna, schifosi!”, una foto compromettente accompagnata da una precisa richiesta di denaro. Ormai “arrivati” non potendosi permettere uno scandalo, i tre decidono di cedere, ma il misterioso ricattatore, pur aumentando più volte le pretese, non ritira mai il suo denaro. Un giorno un loro amico, Carletto, si fa vivo per invitarli a una mostra dei suoi quadri. Dubitando che il ricattatore sia proprio lui, lo reintroducono nel “giro” e, infine, decidono di ucciderlo, simulando un incidente. Morto e sepolto Carletto, i tre raggiungono, al mare, un gruppo di loro amici. A un tratto, qualcuno fa funzionare un registratore: ne vien fuori la voce del defunto, che confessa di non aver mai avuto l’intenzione di ricattarli sul serio, ma di essersi soltanto voluto divertire un poco alle loro spalle, servendosi di una vecchia foto trovata in un cassetto. Mentre i tre rimangono impietriti, gli altri, compreso il marito di Lea, fingono, non avendo alcun interesse a provocare uno scandalo, di non aver sentito.

Musiche Ennio Morricone

ENG

Three young people arrive in the city from the provinces to make their fortunes. They become firmly established in their work and social life. They have behind them important people who use them to make money but also provide them with affluence. But their new-found rich existence is shattered when menacing letters start arriving through the post. The letters threaten each with death. The three decide that the letters are being sent by a fourth friend who left the provinces with them, but was later abandoned by them. They find him and bring him back into the group to find out if he is the one who is sending the letters. They find that he is playing a very cunning game, and so they decide that he must die.

Music Ennio Morricone

Video link : https://www.youtube.com/watch?v=7oZNjVmQV9E

Vergogna schifosi Complete soundtrack :
Video link : https://www.youtube.com/watch?v=Ur314UZXFD8

Track List :
A1 Matto, Caldo, Soldi, Morto… Girotondo 00:00
A2 Guardami Negli Occhi 03:25
A3 Ninna Nanna Per Adulti 05:42
A4 Una Spiaggia A Mezzogiorno 08:27
B1 Un Altro Mare 12:06
B2 Matto, Caldo, Soldi, Morto… Girotondo 18:41

Jag – en oskuld (1968) & Vergogna schifosi (1969)
Video link : https://www.youtube.com/watch?v=BuahFWBAwik

Video link : https://www.youtube.com/watch?v=ZxFS7PgG_HM

 

The Untouchables

The Untouchables (1987) Gli intoccabili

ENG

The Untouchables is a 1987 American epic gangster thrillerdrama film directed by Brian De Palma, produced by Art Linson, written by David Mamet, and based on the book The Untouchables (1957). The film stars Kevin Costner, Charles Martin Smith, Andy Garcia, Robert De Niro, and Sean Connery. Ness forms the Untouchables team to bring Capone to justice during Prohibition. The Grammy Award-winning score was composed by Ennio Morricone and features some period-correct music by Duke Ellington.

The Untouchables premiered on June 2, 1987 in New York City, and went into general release on June 3, 1987 in the United States. The film grossed $106.2 million worldwide and received generally positive reviews from critics. It was nominated for four Academy Awards, of which Connery received one for Best Supporting Actor.

Music by Ennio Morricone

ITA

Chicago, 1930: durante il periodo del Proibizionismo, la città è governata dal boss mafioso Al Capone, il cui commercio si basa principalmente sul contrabbando di alcool. L’agente del Tesoro Eliot Ness decide di combattere Capone organizzando una crociata contro il suo impero economico. Le prime indagini di Ness, una serie di irruzioni nei magazzini ove è nascosta la merce di contrabbando, portano alla scoperta di alcuni casi di corruzione all’interno del Dipartimento di Polizia, a causa dei quali le retate di Ness falliscono.

Ness ottiene l’aiuto del vecchio e saggio Jimmy Malone, incorruttibile poliziotto irlandese, il quale consiglia a Eliot di trovare altri elementi per formare una vera e propria squadra speciale anti-crimine. I due si recano a osservare le esercitazioni di tiro al Dipartimento di Polizia, e individuano un possibile candidato nel giovane italo-americanoGiuseppe Petri, che ha cambiato il suo nome in George Stone. Il giovane agente, che dimostra un carattere fermo, un atteggiamento onesto e un approccio risoluto, riesce a convincerli e viene arruolato. Il quarto membro della squadra è invece Oscar Wallace, un contabile che viene assegnato a Ness da Washington e che tenta di dimostrare la disonestà di Capone studiando gli aspetti fiscali e tributari legati all’attività criminale del boss.

La prima azione condotta dalla squadra di Ness ha come obiettivo un magazzino abbandonato dove, secondo una soffiata, sarebbe nascosto il liquore contrabbandato. Mentre Ness perquisisce il posto, Wallace lo informa di aver scoperto che Capone non paga le tasse dal 1926. Si tratta di un appiglio legale che potrebbe compromettere l’attività del boss e portarlo addirittura all’arresto. Al Capone, irritato, mette in guardia i suoi uomini sulla nuova minaccia durante una cena dove all’improvviso spacca, con una mazza da baseball, la testa del suo scagnozzo che gestiva il magazzino. In un successivo raid sul confine canadese, Ness cattura uno dei contabili di Capone, George. I quattro lo conducono a Chicago e lo convincono a collaborare per svelare loro tutti i segreti della banda del boss. Tuttavia, mentre Wallace scorta il prigioniero verso un’auto della polizia, il braccio destro di Capone Frank Nitti, uccide i due. Il fatto scoraggia Ness, che in preda al dolore e alla rabbia si presenta nell’hotel dove risiede Capone ed incomincia a provocare il potente boss. Sull’orlo di una sparatoria, Malone arriva nell’hotel e allontana Ness. Malone consiglia a Ness di continuare ad agire e ben presto l’agente del Tesoro viene a conoscenza di un altro importante contabile di Capone, Walter Payne, grazie a Malone che lo scopre picchiando l’ufficiale Mike Dorsett, un poliziotto corrotto.

Quella notte, Malone viene sorpreso sulla porta di casa da Frank Nitti ed un suo scagnozzo, che gli spara dal pianerottolo. Quando Ness e Stone arrivano per prestare soccorso all’amico, è troppo tardi: Malone è stato ferito gravemente e un qualche istante dopo muore, non prima di aver rivelato ai compagni di aver scoperto che il contabile è in partenza da Chicago con il treno di mezzanotte. Ness e Stone si recano immediatamente alla Union Station, dove attendono l’arrivo di Payne. Il contabile é scortato da numerosi gangster, tra cui lo scagnozzo di Frank Nitti. Quest’ultimo riconosce Ness, dando il via a una feroce sparatoria sulla scalinata della stazioneː Ness e Stone riescono a eliminare gli uomini della scorta e portano via Payne con loro.

Il processo per evasione fiscale contro Al Capone inizia, e Payne testimonia in tribunale contro Capone che corrompe regolarmente la polizia, pagando una grossa mazzetta annuale. Durante l’udienza, Ness si accorge che Nitti, seduto dietro Capone, porta una pistola sotto la giacca e avvisa i poliziotti, che lo conducono fuori dall’aula. Durante la perquisizione di Nitti, risulta essere in possesso di una raccomandazione del sindaco di Chicago. Ness si accorge che sulla confezione di fiammiferi del gangster è annotato l’indirizzo di Malone e quindi si rende conto che è stato lui ad uccidere l’amico quella notte. Nitti approfitta di un attimo di disattenzione dei presenti per tentare la fuga ai piani superiori, ma viene raggiunto e bloccato da Ness. All’ennesima provocazione verbale di Nitti, Ness perde il controllo e spinge nel vuoto Nitti dal tetto del palazzo. Il gangster precipita sopra una delle auto parcheggiate nel cortile, sfondandola e morendo sul colpo.

Scoperto che i membri della giuria del processo contro Capone risultano essere stati corrotti, Ness ottiene dal giudice lo scambio della giuria con quelli di un processo di divorzio, che si sta svolgendo nell’aula accanto. Il difensore di Capone, malgrado le vivaci proteste del proprio assistito, cambia la dichiarazione dell’imputato da “non colpevole” a “colpevole”. Il processo si conclude e il boss viene riconosciuto colpevole di evasione fiscale e condannato a undici anni di prigione.

Prima di separarsi con Stone, Ness gli affida il medaglione di San Giuda appartenuto a Malone come regalo di addio. Mentre Ness esce dalla stazione di polizia, viene raggiunto da un giornalista che gli riferisce la probabile abolizione del proibizionismo e gli chiede che cosa farà in tal caso. Ness gli risponde: «Andrò a bere un bicchiere».

Musiche Ennio Morricone

Video link : https://www.youtube.com/watch?v=s7uldWxszZA

BRIAN DE PALMA Shot by Shot link : https://vimeo.com/69746940

The Untouchables complete soundtrack (13 tracks) link : https://www.youtube.com/watch?v=kAtuBjPQXvY&list=PLTzRJqsVccr4wrOgQ3mGRlq74BRWkgw7S

BRIAN DE PALMA Shot by Shot from Antonios Papantoniou on Vimeo.

Complete movie ENG 360p link : https://ok.ru/video/47830993480

Film completo in ITA 360p link : https://ok.ru/video/29341387354

Le Clan des Siciliens

Le Clan des Siciliens (1969) Il Clan dei Siciliani

ENG

The Sicilian Clan (original French title: Le clan des siciliens) is a 1969 French crime film directed by Henri Verneuiland starring Jean Gabin, Lino Ventura and Alain Delon. The film was largely marketed by the casting together of three of the leading French movie actors of the day.

The film score was written by Italian composer Ennio Morricone.

Music by Ennio Morricone

ITA

Un clan siciliano guidato da Vittorio Malanese e stabilito a Parigi, fa evadere il gangster Roger Sartet sottraendolo alla ghigliottina dietro consegna da parte dell’evaso del bottino di un precedente colpo. Il clan è composto anche dai suoi due figli Sergio e Aldo e il suo genero Luigi. In carcere Sartet conosce un ingegnere elettronico che ha progettato il sistema di sicurezza di una mostra di gioielli a Roma. Esso gli fornisce i progetti e dopo che è tornato in libertà, propone alla banda di fare una rapina a una mostra itinerante di gioielli.

Vittorio si ricongiunge con Tony Nicosia dopo quasi quarant’anni e insieme a lui testa la sicurezza attraverso un orologio d’oro, nel frattempo il commissario Le Goff è sulle tracce di Sartet. Jeanne, moglie di Vittorio e con un figlio chiamato Roberto, si innamora di Roger. In una villa vicino il confine italiano, Jeanne e Roger si baciano in spiaggia ma vengono sorpresi dal figlio di Vittorio, che gli promette di non dire a nessuno quello che ha visto. La rapina riesce e i gioielli vengono trasferiti in un aereo a New York, che però viene dirottato e portato in un’autostrada in costruzione situata dopo l’aeroporto della città. Si dividono i diamanti e tutti i componenti della banda si separano.

Nel pomeriggio il clan si rilassa guardando un film in TV e mentre una coppia in spiaggia si bacia, Roberto dice che somigliano a Sartet e Jaunne. Si scatena così la furia dei Malanese, che vogliono che Sartet torni a Parigi in modo da poterlo uccidere. Jeanne così chiama la sorella di Sartet, Monique, per porterlo avvertire, ma essa riaggancia poiché il telefono è sorvegliato. Monique si dirige nell’aeroporto e viene circondata dai figli di Vittorio, ma la polizia li arresta grazie all’intercettazione del telefono. Roger era arrivato prima e contatta Vittorio per avere la sua parte. Si incontrano in posto fuori città dove Vittorio uccide Roger e Jeanne. Quando torna nella sua attività, viene sorpreso dal commissario che lo arresta. Il nipote assiste alla scena impietrito.

Musiche Ennio Morricone

Risultati immagini per delon gabin ventura

Risultati immagini per delon gabin ventura

Immagine correlata

Colonna sonora completa

video link : https://www.youtube.com/watch?v=2My4dcAk8d4

TRACKLIST:
01_(00:00) il clan dei siciliani
02_(03:36) snack bar
03_(05:58) mostra dei gioielli
04_(08:47) dialogo No.1
05_(12:03) jeannie e la spiaggia
06_(15:18) dialogo No.2
07_(18:38) tema per le goff
08_(21:47) per Nazzari e Delon
09_(24:08) tema italiano No.2
10_(25:38) francobolli
11_(28:00) il clan dei siciliani (finale)

Museo di Jean Gabin link : http://www.musee-gabin.com/

Link film completo 720p ITA link : https://ok.ru/video/287754291792

Link film completo 480p FRA link : https://ok.ru/video/84349880902