Inferno

Inferno (2016) Inferno

ENG

Inferno is a 2016 American mystery thriller film directed by Ron Howard and written by David Koepp, based on the 2013 novel of the same name by Dan Brown. The film is the sequel to The Da Vinci Code and Angels & Demons, and is the third installment in the Robert Langdon film series. It stars Tom Hanks, reprising his role as Robert Langdon, alongside Felicity Jones, Omar Sy, Sidse Babett Knudsen, Ben Foster and Irrfan Khan. Together with the previous film, it remains Hanks’ only live-action sequel.

Filming began on April 27, 2015 in Venice, Italy, and wrapped on July 21, 2015 in Budapest. The film premiered in Florence on October 9, 2016 and was released in the United States on October 28, 2016 in 2D and IMAX formats.

The film received mostly negative reviews from critics, but became a box office success despite under performing domestically. Inferno has grossed $34 million in the USA & Canada, and $185 million in other countries, for a worldwide total of $219 million against a production budget of $75 million, more than doubling its budget.

Music by Hans Zimmer

ITA

Il film comincia con la fuga di un uomo da tre inseguitori e per sfuggire loro si dirige in un campanile di Firenze; l’uomo si rivela essere Bertrand Zobrist, uno scienziato transumanista e fanatico di Dante, che si pensa abbia creato un virus della peste, per evitare che il sovraffollamento del pianeta porti all’estinzione della razza umana. Quando viene raggiunto dai tre uomini che gli chiedono dove sia nascosto il virus, Zobrist si getta dal campanile e muore.

Due giorni dopo, Robert Langdon si sveglia in un ospedale a Firenze, senza ricordare ciò che gli sia avvenuto nelle ultime quarantotto ore. Al risveglio incontra la dottoressa Sienna Brooks e l’infermiere Marconi, che gli spiegano che qualcuno ha tentato di sparargli e gli ha provocato un’amnesia temporanea; all’improvviso irrompe Vayentha, una donna che indossa la divisa dei Carabinieri, che uccide Marconi e costringe Langdon e Sienna a fuggire a bordo di un taxi, dove Langdon ha delle visioni incentrate sull’Inferno di Dante. Giunti a casa di Sienna, questa esce per cercare dei vestiti per Langdon; questo, approfittando dell’assenza di Sienna, apre il suo PC per consultare la propria casella di posta elettronica, nella quale trova un’email da parte di Ignazio Busoni e legge che l’amico è ricercato dalla polizia e ciò che hanno rubato si trova al sicuro, e lascia scritto sotto un indizio: “paradiso 25”. Al ritorno di Sienna, Langdon nota di non avere al polso il suo inseparabile orologio di Topolino; nella sua giacca Langdon trova una biocapsula usata per trasportare del materiale biologico e la apre trovando un mini proiettore che proietta la mappa dell’Inferno di Dante disegnata da Botticelli ma nota che è stata modificata da Zobrist, infatti trovano il primo indizio che porta al virus: un anagramma della parola “cercatrova”; Langdon decide di chiamare il consolato americano che promette di inviare un agente a prelevarlo. Nello stesso istante la squadra SRS, capitanata da Christoph Bouchard rintraccia Langdon e si dirigono a prenderlo.

In quel momento a bordo di una nave una figura nota come il “Rettore”, che si scopre essere l’alleato di Zobrist, chiede di vedere il video consegnatogli da parte sua e che dovrà essere trasmesso l’indomani secondo volontà dello scienziato, in quanto convito di non avere fatto la cosa giusta e per timore che il filmato includa dei riferimenti alla sua associazione.

Quando però Langdon e Sienna vedono arrivare Vayentha capiscono di essere nel mirino del loro stesso governo e quando vedono arrivare anche la squadra SRS fuggono nascondendosi nel Giardino di Boboli. In auto Langdon decifra l’anagramma e capisce che è un riferimento alle parole nascoste in un famoso dipinto di Giorgio Vasari e custodito nel Salone dei Cinquecento. Bouchard attiva un drone nella speranza di localizzarli ma i due riescono a sfuggirgli e ad arrivare a Palazzo Vecchio percorrendo Il Corridoio Vasariano e gli Uffizi. Bouchard si incontra con la dottoressa Sinskey e decidono di intercettare Langdon anticipando le sue mosse. A Palazzo Vecchio Langdon incontra Martha Alvarez che accetta di portarli a vedere la maschera di Dante, dove nel retro è stato scritto un indizio che porta al virus, scritto dal proprietario della maschera (Zobrist). Quando però notano che è stata rubata decidono di riavvolgere i video delle telecamere e scoprono che sono stati Langdon e Busoni a rubarla. Sienna riesce a chiudere fuori le guardie con la tessera di sicurezza di Martha, dopodiché scappano. Decidono di percorrere un antico passaggio che passa sopra al Salone dei Cinquecento, ma qui incontrano Vayentha che, sotto ordine del Rettore, tenta di uccidere Langdon ma viene spinta nel vuoto da Sienna e muore. Capiscono che il luogo in cui è nascosta la maschera di Dante è il Battistero di San Giovanni, qui decifrano il messaggio che sembra condurre a Venezia, ma vengono raggiunti da Bouchard, il quale li convince di essere dalla loro parte e partono insieme per Venezia ma Langdon, capito che Bouchard vuole trovare il virus della peste per rivenderlo al miglior offerente, finge di stare male e colpisce alla testa l’agente che sviene, e insieme a Sienna scendono per scappare dalla stazione di Padova, raggiungendo quindi Venezia. A San Marco però Langdon capisce di essersi sbagliato e che in realtà il virus è nascosto ad Istanbul, in Turchia. Notano però Bouchard e fuggono nei sotterranei della Basilica ma, mentre Langdon sta per uscire, viene intrappolato dentro da Sienna, la quale gli confessa di essere stata l’amante di Zobrist e di essersi convinta a rilasciare il virus, e scappa lasciando Langdon alla mercé di Bouchard.

Nello stesso istante il Rettore capisce di aver sbagliato ad aiutare Zobrist e si allea con la dottoressa Sinskey per ritrovare Langdon e cercare di contenere il virus, così partono per Venezia.

Bouchard tenta di convincere Langdon a dirgli il luogo dove è custodito il virus minacciando di ucciderlo, ma mentre è sul punto di farlo interviene il Rettore che uccide Bouchard; il Rettore confessa a Langdon che lui in realtà non è mai stato in pericolo dato che Sienna, Vayentha e Marconi erano tutti suoi agenti e che l’SRS lo stava cercando per fargli riprendere la sua missione in quanto alleata della mandante della sua missione a Firenze e che era stato lui a rapire Langdon e a cancellargli temporaneamente la memoria sotto ordine di Zobrist.

Nello stesso istante Sienna, arrivata ad Istanbul, si reca da un discepolo di Zobrist e insieme partono per trovare il virus.

Prima di partire per Istanbul, Langdon e Sinskey si ricongiungono e lei gli racconta la vera storia di Zobrist e del virus.

All’arrivo a Istanbul, i tre si dirigono alla Basilica di Santa Sofia e scoprono che il virus è contenuto in una cisterna non molto distante da lì. Nei pressi della cisterna è stato organizzato un concerto e sono presenti moltissime persone; i soldati dell’OMS tagliano tutte le comunicazioni e iniziano una procedura di contenimento del virus e Sinskey, Langdon, il Rettore e gli altri soldati si dividono per trovare il virus; il Rettore trova Sienna e la insegue riuscendo ad uccidere un suo uomo che l’aveva aggredito ma viene ucciso da Sienna. Questa nota Langdon e decide di fuggire ma Langdon la costringe a confrontarsi e la prega di non fare esplodere il virus, ma lei non gli dà ascolto e preme comunque il pulsante del telefono per far esplodere la bomba che distruggerà la sacca in cui è contenuto il virus, ma non succede nulla, in quanto gli argenti dell’OMS avevano tagliato le comunicazioni; si tuffa in acqua e posiziona la bomba più vicina che può al virus, proprio nel momento in cui Sinskey lo ha trovato e lo sta ponendo in un’apposita contenitore isolante. La bomba esplode proprio nel momento in cui il contenitore viene sigillato ma l’onda d’urto la separa da Sinskey e si adagia sul fondo facendo uscire il virus dalla sacca, che si sparge dentro al contenitore. Sinskey riesce a trovarla e a prenderla ma viene costretta a lottare contro l’alleato di Sienna che tenta di appropriarsi del virus per liberarlo, tentando addirittura di uccidere la dottoressa, la quale viene salvata da Langdon che soffoca l’uomo; Sinskey trova il virus sul fondo della laguna e lo sigilla definitivamente.

Successivamente, all’arrivo dell’intera OMS Langdon e Sinskey vengono scortati fuori e lì Langdon chiede alla dottoressa di restare insieme con lui, ma mentre lei sta per dire qualcosa viene chiamata da un soldato e prima di salutarsi, Langdon riceve il suo orologio da Sinskey che l’ha raccolto la sera del suo rapimento e i due si scambiano un bacio e si separano, mentre Sienna scompare.

Il film si conclude con Langdon in visita a Palazzo Vecchio che ripone la maschera di Dante al suo posto e mentre sta per uscire segnala alla guardia di accendere i faretti di illuminazione, dopo di che se ne va.

Musiche Hans Zimmer

Video link : https://www.youtube.com/watch?v=bjEjZKkLv-k

%d1%842

inferno1

inferno-robert-langdon-save-humanity

inferno-2016

inferno-2016-tom-hanks-felicity-jones-set-photo

img_1542

Inferno complete soundtrack Track list:
00:00 – 01 Maybe Pain Can Save Us
03:02 – 02 Cerca Trova
06:20 – 03 I’m Feeling A Tad Vulnerable
08:28 – 04 Seek And Find
10:32 – 05 Professor
14:59 – 06 Venice
20:43 – 07 Via Dolorosa #12 Apartment 3C
25:03 – 08 Vayentha
29:42 – 09 Remove Langdon
32:59 – 10 Doing Nothing Terrifies Me
36:24 – 11 A Minute To Midnight
38:16 – 12 The Cistern
45:00 – 13 Beauty Awakens The Soul To Act
50:59 – 14 Elizabeth
55:32 – 15 The Logic Of Tyrants
1:00:40 – 16 Life Must Have Its Mysteries
1:04:34 – 17 Our Own Hell On Earth

Video link : https://www.youtube.com/watch?v=5z-ddsCIPO4

Film complete ESP 720p link : https://ok.ru/video/231390054932

Lascia un commento